LiStarFish - DIAGNOSTICA / RICERCA, CITOGENETICA - Prodotti per la ricerca medica

Categorie
Video
Focus On
Social Network
Test CE/IVD per marker di patologie intestinali di difficile interpretazione
Calprotectin, Zonulin, NGAL, TNFa, test colorim. per acidi biliari su feci, Hemo/Hapto, sIgA, bDefensin.
 
L'uso del biomarker Fecal Calprotectin per differenziare IBD e IBS come riportato su "European Gastroenterology Review 2015" nel lavoro intitolato "Laboratory Diagnostics in IBD – what the Gastroenterologist Should Know".
L'articolo descrive l'utilizzo della Calprotectin per monitorare l'attività patologica e la ricorrenza clinica nei pazienti con IBD.
Inoltre vengono riassunte le utlime scoperte sull'importanza del monitoraggio della terapia con anti-TNF.
Leggi l'articolo>>>
     

Calprotectina  e TNFa Blocker: monitoraggio diagnostico personalizzato e controllo della terapia delle malattie infiammatorie intestinali.

Zonulin: elevati livelli di zonulina contribuiscono allo sviluppo della malattia celiaca e di altri disturbi autoimmuni come il diabete insulino-dipendente, la sclerosi multipla e l'artrite reumatoide. Inoltre la zonulina rivela l'influenza dei Probiotici sulla barriera intestinale.

Fecal NGAL: marker di nuova applicazione su patologie IBD

Emoglobina/aptoglobina:                   
riconoscimento sicuro e prevenzione del cancro al colon
.

sIgA e ß-defensina: marker significativi stato immunitario associato all'apparato intestinale.

Alfa 1-antitripsina: per scoprire ​​in tempo la perdita di proteine.

EDN, DAO, Pannello per transglutaminasi: per le allergie, l'istamina, l'intolleranza, e la sensibilità al glutine.

Approfondimento

 

  villi.jpg
     
 leaky-gut_190.jpg  
Malfunzionamento della barriera intestinale - Celiachia e Diabete di tipo 1: 

La Zonulina si lega ad un recettore specifico sulla superficie dell' epitelio intestinale ed innesca una cascata di eventi biochimici  che induce il disassemblamento delle tight  junction ed un conseguente aumento della permeabilità intestinale dell'epitelio, permettendo ad alcune sostanze di passare ed attivare reazioni immunitarie.

Nei pazienti affetti da celiachia, il ruolo della Zonulina  è fondamentale. Il nuovo approccio alla malattia, alternativo alla dieta, consiste nel bloccare l'effetto della zonulina, ripristinando la funzione di barriera delle cellule della mucosa intestinale.

Recentemente i ricercatori hanno scoperto che la zonulina è più attiva nei pazienti celiaci e diabetici di tipo 1 mellitus.

I pazienti con malattia celiaca attiva hanno mostrato livelli più elevati di zonulina e anticorpi anti-zonulina rispetto ai pazienti non celiaci e pazienti in remissione, che stavano seguendo una dieta priva di glutine.

Per quanto riguarda il diabete autoimmune di tipo 1, studi effettuati su topi dimostrano che elevati livelli di zonulina così come l'aumento della permeabilità intestinale precedono il diabete di tipo 1.

Inoltre, molte persone che soffrono di celiachia soffrono anche di altre malattie autoimmuni come la sclerosi multipla e l'artrite reumatoide.

Zonulin ELISA (determination in stool) (IMM-K 5600 )
Zonulin ELISA (determination in serum) (IMM-K 5601 )

     
 fecal_ngal_standard_curve_190.jpg  

Fecal NGAL: Marker di nuova applicazione per IBD

Kit ELISA  per la determinazione quantitativa di lipocalina associata alla gelatinasi neutrofila (lipocalin-2, NGAL) nelle feci.

Livelli abnormalmente elevati di NGAL, si trovano nelle feci dei pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD), come il morbo di Crohn, colite ulcerosa, etc.

     

 new.jpg

 

image094_190.jpg

 

ACIDI BILIARI nelle feci IMM-K7878     CE/IVD

UNICO KIT sul mercato per la determinazione degli Acidi Biliari totali in campioni fecali.

La maggior parte degli acidi biliari secreti viene riassorbita nell'ileo terminale e restituita al fegato attraverso il sistema venoso portale per l'eventuale ricircolo, in un processo noto come circolazione enteroepatica; solo una piccola percentuale (3-5%) viene escreta nelle feci.

Se il ricircolo enteroepatico degli acidi biliari fallisce, quantità in eccesso di acidi biliari entrano nel colon e vengono persi con le feci; questa condizione si chiama malassorbimento degli acidi biliari.

Indicazioni:

Sospetti di malassorbimento degli acidi biliari

  • dopo la resezione dell'ileo terminale
  • malattia di Crohn che colpisce l'ileo terminale
  • enterite da radiazioni
  • post-colecistectomia
  • post-vagotomia
  • malattia celiaca 
  • pancreatite cronica
  • malassorbimento  idiopatico degli acidi biliari

 

 crohns.gif  

Terapia delle malattie infiammatorie intestinali:

  • Flessibilità: Per la terapia dei IBD con Infliximab(e.g. Remicade®) & Adalimumab (e.g. Humira®)
  • Precisione: determinazioni quantitative e sensibili
  • Praticità: monitoraggio del livello del farmaco in 2 ore
  • Servizio: analisi di tutte le determinazioni

Il successo di una terapia con TNF-alfa bloccanti ad esempio in pazienti con malattie infiammatorie intestinali, dipende dalla scelta del farmaco appropriato, un dosaggio efficace e, quando necessario, la somministrazione di farmaci immunosoppressivi.

Il monitoraggio dell'immunogenicità facilita le decisioni sulla scelta dei farmaci.

Per un ottimale controllo individuale di questi parametri, ora sono disponibili le seguenti analisi:

INFLIXIMAB:

MAT-TR-Q-INFLIXIv2 SHIKARI Q-INFLIXI Quantitative determination of Infliximab  (Remicade®) in serum and plasma.

MAT-TR-ATIv5 SHIKARI Q-ATI Quantitative and qualitative determination of specific antibodies to Infliximab(Remicade).

 ADALIMUMAB:

MAT-TR-ADAv1   SHIKARI Q-ADA quantitative determination of free Adalimumab (Humira®).

MAT-TR-A-ADAv1 SHIKARI S-ATA qualitative determination (screening) of antibodies to Adalimumab.

 

   
 generation-of-different-types-of-anti-drug-antibodies_570_322.jpg  
colon_structure.jpg  

Diagnosi delle malattie infiammatorie intestinali:

La determinazione della calprotectina nelle feci correla molto bene con i parametri istologici ed endoscopici di attività della malattia nel morbo di Crohn e la colite ulcerosa. A differenza di precedenti marcatori standard di infiammazione (per esempio PCR, VES, MP), un  livello elevato di Calprotectina è un indicatore superiore per la ricaduta. Pertanto, calprotectina è un marcatore ideale per il monitoraggio della terapia in pazienti con IBD.

Il parametro presenta un elevato valore predittivo negativo: se il livello di calprotectina nelle feci è basso, vi è un'alta probabilità che non vi è alcuna malattia organica infiammatoria nel tratto intestinale.

Calprotectina è una proteina di legame del calcio, espressa in neutrofili e monociti. La calprotectina fecale è un marker per le malattie gastrointestinali infiammatorie e neoplastiche. La differenziazione tra i pazienti con sindrome dell'intestino irritabile e malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD) è spesso difficile e porta a coloscopie inutili. 

 

Calprotectin ELISA EPI-KT849

Info tecniche

Kit CE/IVD per la determinazione quantitativa dei livelli fecali di Calprotectina, utilizzando la tecnica "sandwich" con due anticorpi (cattura e rivelazione) che determinano specificamente i livelli della proteina nei campioni di feci.

Vantaggi:

  • Sensibilità
  • Qualità: elevata correlazione con il Buhlman
  • Kit economico

Calprotectin Rapid Test    VID-ODZ-248

Rapid test immunologico CE/IVD per la determinazione qualitativa di Calprotectina nelle feci (per uso di laboratorio)

  • Semplice all'uso
  • Sensibilità: >94%
  • Specificità: >93%
  • Cut off: 50 μg/g

 

hemohapto.jpg

 

Cancro al colon: Prevenzione e diagnosi precoce:

A differenza di altri test disponibili, Hemoglobin-/Haptoglobin-Complex ELISA
non richiede l'adesione ad una dieta precedente l'esame (senza carne cruda ecc) e riconosce emoglobina umana in concentrazioni 100 volte più basse. Questo consente di evitare falsi negativi.
Per l'elevata sensibilità e specificità dell' anticorpo, i risultati falsi positivi sono praticamente esclusi.

Dati recenti mostrano che la determinazione Hemoglobin-/Haptoglobin-Complex aumenta la specificità e la sensibilità clinica.

Hemoglobin ELISA IMM-K 7816D
Hemoglobin (1-point calibration) ELISA IMM-K 7836D
Hb-Hp-Complex ELISA IMM-K 7817D
Hb-Hp-Complex (1-point calibration) ELISA IMM-K 7837D

     
 ig12.jpg  

Stato immunitario associato al sistema intestinale:

Le IgA umane esistono in due forme: gli isotipi IgA1 e IgA2, che differiscono sia nelle loro  sequenze primarie  di amminoacidi che nelle strutture dei carboidrati.
La distribuzione delle due sottoclassi di IgA nelle secrezioni dipende dalla
posizione delle mucose:

IgA1: le cellule secernenti predominano nelle vie respiratorie, nel
tratto gastrointestinale superiore e nella ghiandola mammaria (60-93%).
IgA2: le cellule secernenti predominano nel tratto gastrointestinale inferiore e nel
tratto riproduttivo femminile.

sIgA ELISA IMM-K 8870
sIgA (1-point calibration) ELISA IMM-K 8880
ß-Defensin2 ELISA IMM-K 6500
     
 conditions_associated_with_alpha-1_antitrypsin_deficiency.png  

Alpha 1-Antitrypsin in feci è un marker per perdita di proteine a livello enterale.

Indicazioni:

  • Sospetta perdita enterale di proteine ​​
  • Malattia di Crohn
  • enterocolite necrotizzante cronica,
  • ischemia mesenterica
  • Infezioni virali, batteriche.
  • infiammazioni allergiche ed autoimmuni
a1-Antitrypsin ELISA BIV-RIC6200
     
Per ulteriori informazioni CONTATTACI
     
design & hosting by Playground Web Agency Milano
0.1 seconds to elaborate this page.